Competizioni studentesche

Motostudent

Il progetto "Polimi Motorcycle Factory" è nato quest'anno dall’idea di cinque studenti di Ingegneria Meccanica di partecipare alla competizione MOTOSTUDENT.

Alla competizione possono partecipare squadre con una ventina di componenti; presto partiranno le selezioni per i restanti membri del team che parteciperà alla MOTOSTUDENT.

L’obiettivo di ciascuna squadra è quello di progettare, realizzare e valutare il prototipo di una moto da corsa, che poi sarà messa alla  prova nel circuito di Aragón.

Come già avviene per il progetto Formula SAE, anche la Motostudent può essere collegata al tirocinio curriculare obbligatorio del terzo anno del corso di laurea o a tesi di laurea magistrale.

Informazioni di dettaglio sono contenute nel file allegato e nella pagina www.sport.polimi.it/it/motostudent

Formula SAE

Formula SAE è una competizione riservata alle migliori università tecniche del mondo in cui un gruppo di studenti, nel giro di un anno, devono progettare, costruire e portare in gara la propria vettura monoposto a ruote scoperte.

Il progetto, coordinato dai professori Federico Cheli e Francesco Braghin, è aperto a tutti gli studenti delle facoltà di ingegneria senza limitazioni legate all’anno di corso o alla facoltà scelta. Attualmente il team è composto da 50 studenti provenienti in gran parte dal corso di studio in Ingegneria Meccanica, ai quali si affiancano studenti di Ingegneria Aerospaziale, Energetica, Elettronica, dell'Automazione e Gestionale.

L’attività all’interno del team di Formula SAE, svolta come collaboratore volontario o nell’ambito di un progetto di tesi, permette agli studenti di approfondire le conoscenze acquisite durante il percorso di studi e applicare quanto imparato nella progettazione e realizzazione della vettura, confrontandosi ogni giorno con tempistiche e problemi tipici del mondo lavorativo.

Nella fase progettuale gli studenti affinano le loro abilità con gli strumenti CAD, FEM e CFD studiati durante i corsi utilizzandoli per progettare componenti specifici della vettura. La stessa viene poi realizzata nei laboratori del Politecnico di Milano o presso le aziende che sostengono il progetto direttamente dagli studenti, i quali hanno modo di confrontarsi in prima persona con le lavorazioni meccaniche, la saldatura e soprattutto la realizzazione di componentistica in fibra di carbonio.

La bontà del lavoro svolto dai team viene testata nelle competizioni, in cui le varie università si confrontano sui maggiori circuiti del mondo. Ogni gara prevede prove statiche, durante le quali gli studenti presentano la vettura a professionisti del settore automotive e motorsport nelle prove di Presentation, Cost e Design, e prove dinamiche, dove il confronto si sposta in pista e le vetture devono affrontare prove di Acceleration, Skid-pad, Autocross, Endurance e Fuel Economy.

Per maggiori dettagli: www.sport.polimi.it/it/dynamispolimirepartocorse e www.dynamisprc.com/formula-sae